Europa

europaL’attenzione che la Fondazione Basso rivolge all’Europa va ben oltre la consueta motivazione della comune appartenenza e affonda le sue radici in una consolidata tradizione di ricerca e di iniziativa. L’ambiente intellettuale e politico della Fondazione Basso è stato direttamente partecipe di passaggi importanti del processo di integrazione (la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, il progetto di Costituzione per l’Europa) e le attività scientifiche e progettuali della Fondazione vi dedicano un impegno costante e articolato.

La principale espressione di questo impegno è rappresentato dalla promozione e dall’organizzazione dell’Osservatorio per il rispetto dei diritti fondamentali in Europa,  uno strumento di informazione e di approfondimento, riconosciuto a livello nazionale e internazionale, che offre un monitoraggio sistematico del materiale giurisdizionale, normativo e di altra natura connesso con la tutela dei diritti fondamentali in Europa. l’Osservatorio rappresenta anche lo snodo di un sistema di produzione culturale e scientifica (ricerca, progetti, servizi al pubblico, formazione, pubblicazioni) promosso dalla Fondazione.

I temi trattati riguardano molti aspetti del processo di integrazione europea con particolare riguardo ai valori e ai principi-guida che dovrebbero essere alla base del processo di “costituzionalizzazione” europeo, inteso come indispensabile complemento, nonché elemento di riequilibrio, dell’unificazione economica e monetaria. Alle competenze giuridico-costituzionali si accompagnano, e interagiscono, gli approcci storico, sociologico, economico, politologico.

La rete di collaborazione scientifica e progettuale, oltre ai più qualificati studiosi ed esperti, comprende tra gli altri: Centro internazionale ricerche sul diritto europeo dell’Università di Bologna, Gruppo di ricerca e formazione sul diritto pubblico europeo e comparato dell’Università di Siena, università di Chieti-Pescara, Brescia, Verona, Trento, Laboratorio sui diritti fondamentali (LDF) di Torino, Fondazione Notariato, Magistrat Européens pour la Démocratie et les Libertés, United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute, Fundamental Rights European Experts Group, organismi dell’Unione europea (Fundamental Rights Agency, European Anti-Fraude Office).

Tra le ricerche e i progetti più recenti, realizzati o in corso di realizzazione, si segnalano: Protecting fundamental and procedural rights from the investigations of OLAF to the future EPPO (sulla formazione degli operatori nel campo della protezione europea dei diritti fondamentali e finanziari alla luce dell’istituzione di un procuratore unico europeo); Studio sull’Omofobia in Europa (studio delle misure e delle politiche adottate dagli stati membri nel contrastare il fenomeno).
Oltre alle ricerche e ai progetti, in questo ambito la Fondazione promuove convegni, seminari, incontri internazionali, corsi di formazione, pubblicazioni. Per l’ampia risonanza meritano una particolare citazione i convegni Sfera pubblica e costituzione europea; Il futuro dell’Europa; Unione europea e America Latina; L’Europa e i diritti; Il Parlamento europeo; la summer school Lo spazio europeo di libertà sicurezza e giustizia. Per le pubblicazioni, oltre alle numerose monografie, si segnala in particolare la newsletter bimestrale elettronica “Europeanrights”.

""