Storia e memoria

Ambito tradizionale dell’attività scientifica della Fondazione, promuove e  valorizza la ricerca storica e le memorie del passato.

Più di altri, questo ambito di attività è strettamente legato ai patrimoni conservati nella Biblioteca e nell’Archivio ed è caratterizzato da una forte tensione comparativa e interdisciplinare.

Sviluppa studi e ricerche sul pensiero e l’opera di Lelio Basso, sulla storia del movimento operaio nazionale e internazionale, sulle culture socialiste, sulla storia della democrazia e dei movimenti di massa, sulle tendenze della storiografia e, più in generale, sul “contemporaneo”, inteso come ricerca nella conoscenza storica delle risposte alle domande del presente.

L’approccio storico interagisce con gli altri ambiti di ricerca e di approfondimento affrontando  temi come l’ambientalismo, l’organizzazione della cultura, l’identità europea, i diritti umani e i diritti dei popoli, la politica e l’economia.

Nella sua quarantennale tradizione di studi storico-sociali la Fondazione è stata protagonista del dibattito scientifico nazionale e internazionale, ha prodotto numerosi studi, ricerche, convegni, pubblicazioni e ha promosso reti fisiche e digitali di condivisione delle fonti e dei risultati.

La rete di collaborazioni, nazionale e internazionale, è molto ampia e comprende studiosi, circuiti universitari, istituzioni, centri di ricerca e istituti culturali.

Tra i progetti programmati si segnala  il percorso di ricerca Le Scritture popolari femminili nella prima guerra mondiale proposto per il centenario, la prosecuzione e la valorizzazione degli studi sulla storia del movimento ambientalista e delle culture ecologiste in età contemporanea e sulle memorie dei regimi oppressivi e la transizione alla democrazia in America Latina.

Tra i più recenti progetti realizzati ci limitato a ricordare: Memorie di repressione, resistenza e solidarietà in Brasile e in America Latina, (ricerche e fonti storiche sui regimi repressivi in Brasile e in America Latina); i convegni e i seminari Riccardo Lombardi; Sull’attualità di uno storico del Novecento: Tony Judt; Catastrofe europea e antinomie del socialismo/comunismo tra le due guerre mondiali; L’eresia dei Magnacucchi sessant’anni dopo; Una storia europea. Omaggio a Edith Saurer.

""