Sin dalle origini la fisionomia della Fondazione si è definita intorno a due fondamentali campi di interesse di Lelio Basso: la politica e la cultura.

Gli ambiti di intervento storico-sociale e giuridico-istituzionale si sono articolati e arricchiti nel tempo con l’apporto di altri saperi (dall’economia all’antropologia, dalla filosofia alla storia della scienza e della tecnica), aprendosi alle tematiche ambientaliste e dei patrimoni culturali, alla bioetica e ai rilievi sociale e culturale delle innovazioni tecnologiche.

L’attività della Fondazione si è sempre contraddistinta per il solido intreccio tra forte richiamo ideale, vocazione alla comparazione e all’interdisciplinarità, con una costante attenzione per i dati emergenti dal contesto sociale.

Politica e cultura sono dunque al centro del lavoro della Fondazione che, in relazione e in coerenza con l’ambito delle attività internazionali, si concretizza attraverso ricerche e progetti, convegni e seminari, corsi di formazione e pubblicazioni.

L’area di attività su politica e cultura è organizzata in quattro percorsi di ricerca e di approfondimento:

  • Disuguaglianze e diversità
  • Democrazia e partecipazione
  • Beni comuni
  • Storia e memoria
""