Socialismo e movimento operaio

12bis

Almanacco Socialista Italiano, 1917-1925

Materiali: La cospicua raccolta – che costituisce in un certo senso l’ossatura portante della Biblioteca Basso – copre essenzialmente l’Europa occidentale, con alcuni segmenti più limitati riguardanti gli Stati Uniti e la Russia.
Di essa fanno parte gli atti dei congressi dei principali partiti di sinistra: Socialdemocrazia tedesca, Consigli degli operai e dei contadini tedeschi, Partito Socialdemocratico Indipendente Tedesco, Partito Comunista Tedesco, Partito Socialdemocratico Operaio Austriaco, Partito Socialdemocratico Operaio dell’Austria tedesca, Partito Socialdemocratico Svizzero, Partito Socialdemocratico Prussiano, SPD, SED, Sindacati tedeschi, Partito Socialista Francese, SFIO, CGT, Federazione sindacale internazionale, SPDOR, Partito Socialista Italiano, Partito Comunista Italiano, Congressi sindacali e di categoria italiani, Partito Laburista, Partito Socialista e Partito Comunista americani.
A questi si aggiungono opere dei principali teorici della socialdemocrazia tedesca e austriaca, del socialismo italiano e francese, del laburismo, degli esponenti dei partiti e sindacati, nonché moltissimi opuscoli e periodici di cui sarebbe troppo lungo dare anche una sintetica esemplificazione. Si va da “Der Sozialdemokrat” (Zürich-London, 1882-90) a “Der Klassenkampf” (Berlin, 1927-32); da “Lotta di classe” (Milano, 1892-98) a “Critica sociale” (Milano, 1891-1926), all'”Ordine nuovo” (Torino, 1919-22); da “La revue socialiste” (Guise, Paris, 1885-1915) a “Le cri du peuple” (Paris, 1929-32).
Il rilevante nucleo di materiale originale è affiancato da una sezione molto ricca di studi e ricerche.
Al fondo è aggregata inoltre una documentazione archivistica di limitata consistenza, costituita per lo più da lettere autografe di protagonisti della socialdemocrazia tedesca, del socialismo italiano e francese e da tessere e fotografie.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Vorwats, 1891-1933

Origini e storia: Il nucleo più importante della raccolta fu acquisito da Lelio Basso al momento della costituzione della sua biblioteca; il fondo è stato poi via via integrato e viene costantemente arricchito, anche grazie alle donazioni di libri e periodici fatte alla Biblioteca. Tra le acquisizioni importanti, quella – effettuata alcuni anni fa – dei volumi provenienti dalla biblioteca di Tim Mason, relativi alla socialdemocrazia tedesca e alla lotta contro il nazismo, donati da Simonetta Piccone Stella.

Caratteristiche: L’interesse della raccolta risiede, oltre che nella sua notevole consistenza, nel fatto che consente di seguire con una prospettiva internazionale la nascita e lo sviluppo dei partiti e dei sindacati, e l’elaborazione teorica che ha accompagnato le loro vicende storiche. Lo studioso dispone quindi di una documentazione che facilita lo svolgimento di ricerche comparate.

L’Ordine Nuovo, 1919-1920

L’Ordine Nuovo, 1919-1920

Consistenza: La raccolta comprende varie migliaia di volumi, moltissimi opuscoli e più di 300 collezioni di periodici.
L’arco cronologico si estende dagli anni ottanta dell’800 fino ad anni recenti.
I materiali sono in italiano, francese, tedesco, inglese.

La storiografia è consultabile in SBN. Dei periodici è disponibile un catalogo cartaceo, oltre quello a stampa, ed è in corso la loro catalogazione in SBN.

Bibliografia

  • M. Bakunin, La questione slava, a cura di L. Basso, Milano, in “Rivista storica del socialismo”, 1959, n. 7-8
  • L. Basso, Il numero unico “La lotta di classe”, in “Rivista storica del socialismo”, 1960, n. 10
  • Caratteri ribelli. La stampa operaia e democratica nell’Europa dell’Ottocento, Catalogo della mostra omonima realizzata dalla Fondazione Basso, Officina Edizioni, Roma 1985
""